Topponcino Montessori. La nostra esperienza! - Una Mamma Montessori
16958
post-template-default,single,single-post,postid-16958,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
topponcino-comprare

Topponcino Montessori. La nostra esperienza!

Ho scoperto il Topponcino Montessori rigirando vari blog su Montessori. Per Mia non ce l’ho fatta, ma Alex lo sto usando di brutto!

Poi, oltre la sua utilità principale, ne ho scoperto altre… Ora vi racconto la nostra esperienza! ^^

Cos’è il Topponcino Montessori?

 

Si tratta di un materassino di sicurezza o cuscino di sicurezza. La sua consistenza è simile a una coperta imbottita, un po’ più rigida. Ma deve essere flessibile e morbido. Di spessore tra 1 cm e 2’5 cm. Viene usato dai 0 – 3 mesi di vita. Anche se io ho rivisitato le istruzioni e me lo porto avanti! Dopo potremo piazzarlo nell’angolo morbido o di lettura ^^

 

Per ché è così bello usare il topponcino? La nostra esperienza!

 

Non si tratta solo di un materassino per prendere il bebè in braccio… ALTRO CHE! Da mamma bis lo trovo super utileeeeeeeeee ! Infatti ne ho già 4 e li uso dappertutto… chi me l’avrebbe detto!

 

Non vuole la sdraietta, ma il topponcino…

 

A casa abbiamo una sdraietta ma lui non ci sta per niente. Peggio della sorella! Invece sul topponcino ci rimane volentieri. Lo metto per esempio sul tavolo in cucina mentre faccio colazione e POSSO MANGIARE CON DUE MANI ovviamente è davanti a me, non li da solo).

topponcino

Un lusso!

Oppure se devo spostarmi un attimo in bagno a riempire la lavatrice. Lo lascio per terra o sopra l’asciugatrice (ovviamente tenendolo d’occhio) e basta. Senza dover spostare la super-sdraietta in giro dappertutto.

IN PIÙ…

 

topponcino-montessori

Quando ci sono fratelli maggiori

 

Se abbiamo fratellini più grandi il topponcino è fantastico perché possono prenderlo in braccio più facilmente. Sarà più difficile che gli cada la testa sui lati. Sia il piccolo che i grandi si sentiranno più sicuri e potranno concentrarsi sul loro rapporto.

 

materassino-sicurezza

 

Il… P-A-S-S-A-G-G-I-O quando dorme!

 

Tutti i genitori di bebè sono consapevoli di “quell’ansia nel doversi passare il bambino che crolla da uno all’altro”. A volte mi si addormenta il piccolo ma devo andare in bagno, oppure Mia vuole che sia io a lavarle i denti.

Il topponcino mi ha salvata!

Non avendo il piccolo a contatto diretto con me, ma con il materassino, è molto più semplice passarlo a Papà Orso in caso di bisogno oppure appoggiarlo sul letto. Non sentendo il cambio di temperatura è più difficile che si svegli ^^

Poi per carità! Io amo tenere in braccio il mio cucciolo, purtroppo non essendo l’unico da accudire in questa casa a volte ci vuole più praticità a livello logistico che romanticismo =P

 

Movimento libero!

 

Con il topponcino il piccolo è molto più libero di muoversi che su una sdraietta. Con Mia la usavamo, ma dovevi legarla e stare comunque attentissima perché riusciva a farla barcollare!

Invece il topponcino permette al bambino di girare la testa, vedere tutto quello che li circonda, girarsi, strisciare, muoversi liberamente senza pericolo. Si sente più sicuro lui e più sicura io, visto che DA TERRA NON PUÒ CADERE.  Alla fine il topponcino viene anche chiamato materassino di sicurezza.

 

topponcino-fai-da-te

 

Dormita sull’ovetto

 

So che i bambini non dovrebbero dormire sull’ovetto. Ma a volte devo andare a prendere Mia a scuola e lui dorme sul suo lettino.

Disastro… chi lo sposta adesso? XD

Quindi ho preso il giro del topponcino… lo sposto sull’ovetto e ci sta! Se lo metto senza no… magari perché il topponcino fa spessore e si sente più avvolto.

 

navetta-passeggino-topponcino

 

Comunque  uso il topponcino molto più di quello che pensavo… Sempre di giorno in modo che io possa controllarlo. La notte, per sicurezza, dorme nella Next to me.

 

Cuscino d’allattamento o topponcino?

 

Più figli hai e meno aggeggi usi secondo me xD Idem per il cuscino d’allattamento. Io ho a casa sia il cuscino Boppy che il cuscino multifunzionale e non ho usato nessuno dei due stavolta!

Lì dove mi trovo arrotolo il topponcino e lo metto sotto Alex per allattare. Il gioco è fatto!

E poi immagino che d’estate evitiamo di sudare sia noi che il piccolo quando lo allattiamo appoggiandolo sul topponcino anziché sul nostro avambraccio.

 

Dove acquistare un Topponcino Montessori?

 

Sapete che io sono per il fai-da-te, però se volete acquistarlo per voi o come regalo per una neo – mamma vi ho radunato i siti dove potete trovarlo:

 

 

Come fare il Topponcino Montessori?

 

Noi abbiamo creato il nostro proprio topponcino con tanto amore ^^ Sarà unico al mondo! Vi spiego cosa vi serve e come abbiamo fatto:

 

Materiali

 

Per la base possiamo usare:

 

  • Ovatta di cotone (bio)
  • Lana
  • L’imbottitura di un cuscino o di un piumone

 

Misura: 70 x 40 cm. Dovremo ritagliare l’imbottitura per ottenere una base ovale di 67 x 37 cm. Io ho scelto l’imbottitura di un cuscino finissimo che avevo in casa e non usavo. Più low cost impossibile =P

 

Ripieno-cuscini

 

Per la federa possiamo usare:

 

  • Stoffa di cotone 140 x 80 cm
  • Ago e filo

 

Noi abbiamo scelto una stoffa con delle fantasie su Amazon, 15€. Immagino che Montessori preferirebbe il bianco, però non ho potuto fare a meno! Ora ci basta dargli la forma giusta. La misura ideale è di 67 x 37

Visto che gli angoli devono essere arrotondati, potete aiutarvi da un compasso, farlo a occhio oppure scaricare il patrone del topponcino. Noi abbiamo fatto a occhio direttamente.

Vi consiglio di cucirlo in modo che possa essere sfoderato e lavato facilmente. Il lavoro è lo stesso ma poi sarà molto più comodo da gestire.

cucito-a-mano

 

Topponcino e Montessori, qual’è la loro relazione?

 

Per le più curiose vi lascio un paragrafo per raccontarvi cosa c’entra Montessori con il topponcino:

Maria Montessori parla delle cure del neonato in diversi suoi libri. Infatti spesso richiama il tocco sensibile dell’adulto verso il piccolo, movimenti lenti, luce tenue, temperatura costante… tutto questo per aiutare al neo-arrivato ad adattarsi al nuovo ambiente. Sul libro di Montessori Il bambino in famiglia troverete una sezione dedicata al “Neonato” e una altra al “Embrione spirituale”.

Inoltre ho imparato moltissimo sul topponcino grazie al blog di Maria Marino La pappa dolce. Vi lascio qua alcune delle informazioni più sorprendenti ^^

  • Topponcino arriva dalla parola “toppone”, il quale era una specie di materassino di vari strati di stoffa messo tra il lenzuolo e il materasso dei bambini.
  • Prima di Montessori veniva già usato da molte mamme di varie parti del Globo ^^ Forse lei si ispirò quando visitò l’India.
  • In inglese viene chiamato “Security pillow” o “Security wrap”.
  • Previene il riflesso del moro. Quindi evitiamo che il piccolo si spaventi sentendo il vuoto attorno a sé.
  • Serve come oggetto per separare il neonato dalle visite.

 

Se vi è piaciuto l’articolo magari potrebbero piacervi:

TORRE MONTESSORI IKEA FAI DA TE

Educare alla parità dei sessi dalla culla!

PERIODI SENSITIVI MONTESSORI E SCIENZA

Se vuoi crescere BAMBINI LIBERI e autonomi, iscriviti alla Newsletter di Una Mamma Montessori!

MINI-EBOOK “VIRUS E BATTERI” con l’iscrizione alla Newsletter!

Subscribe

* indicates required
attivita-virus-batteri
No Comments

Post A Comment