Scatola dei ricordi e altre 7 idee! - Una Mamma Montessori
16466
post-template-default,single,single-post,postid-16466,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
scatola-dei-ricordi

Scatola dei ricordi e altre 7 idee!

Da quando è nata Mia, ho preparato una scatola dei ricordi della sua infanzia. Ma non solo! Vi racconto tutte le idee che ho perché quei piccoli dettagli non ci sfuggano con il tempo.

 


 

Sono una romantica, non ci posso fare niente. E tra le mie emozioni fuori limite e la mia creatività… sono sempre in ballo con mille idee in testa! E ovviamente, con una figlia tra le braccia non potevo non pensare a come mantenere tutti questi ricordi nel tempo.

Iniziamo dalla Scatola dei ricordi ^^

 

Scatola dei ricordi per il tuo bambino

 

Da quando è nata Mia (o anche prima), ho voluto radunare degli oggetti preziosi, con gran peso emotivo, in modo da non perderli nel tempo. Spesso guardiamo insieme cosa c’è dentro quella scatola, devo dire che n’è affascinata. Sicuramente per la cura con cui tratto quei oggetti. Non c’è mai stato bisogno di dire “stai attenta”, solo col mio esempio capisce che quello per me ha un gran valore che spero alcun giorno capirà anche lei.

Dunque, nella mia scatola dei ricordi per adesso ho messo:

  • Test di gravidanza
  • Braccialetti dell’ospedale
  • Cartellone con il nome che ci hanno fatto in ospedale
  • Ciabatte da gatto che amava quando era piccola
  • Qualche foto molto significativa per me
  • L’ultimo pannolino rimasto in soggiorno
  • I mini libri che tanto le piacevano

 

Forse con il tempo ne dovrò prendere una più grande. Però tenendo in conto che avrò più di un figlio vediamo come gestiamo la questione spazio ^^

 

scatola-ricordi-bambini

 

Scatola dei ricordi, ma non solo!

 

La scatola dei ricordi la trovo bellissima. Tutto molto palpabile. Comunque sia non mi sono fermata lì, e oggi condividerò con voi tutto quello che faccio per tentare di fermare il tempo:

 

Il Diario di Mia

 

Scrivere è la mia via di sfogo e il modo migliore di comunicare che ho (al meno in spagnolo =P Come sapete sono made in Barcellona, quindi scusate gli errori in italiano). Alcuni sono bravi ballando, altri parlando (io per nulla); sono nata per scrivere. Quindi in questa lista non poteva mancare un diario che compilo quando ne ho voglia. Ovviamente non tutti i giorni, ma spesso quando Mia fa qualcosa di divertente tento di lasciarne traccia.

Poi, fin troppo spesso, le dichiaro il mio amore in 1000 modi. Secondo me si stufferà di leggermi. Però se siete mamme capite di cosa vi sto parlando. Ne ho già 1 completo, ora siamo al secondo. Sul primo ci attaccavo anche delle foto, ma questo è diventato troppo impegnativo (stampa, ritaglia, fai tutto il resto…), alla fine mi rimanevano gli spazi vuoti, quindi ho smesso.

COSA POTETE SCRIVERE IN QUESTO DIARIO?

  • Eventi divertenti, aneddotici.
  • Frasi buffe (soprattutto quando imparano a parlare a 2-3 anni, oppure iniziano a ragionare 3 – 6 anni). Sono troppo forti in quell’età!
  • Domande durante la fase del PERCHÉ “Mamma, perché la pipì è liquida?” Ecco, Mia mi spara cose così.
  • I cambiamenti. A volte diventano grandi dall’oggi al domani. Oppure ce n’accorgiamo che ha smesso di ribellarsi, ha superato la fase dei “terribili 2”, oppure dorme di fila finalmente…
  • LA QUOTIDIANITÀ! Sembra banale, ora date per scontato che “gioca sempre con quelle tre macchinine, non c’è bisogno di segnarlo”. Eppure col tempo ci si dimentica anche di queste banalità che anni dopo ti faranno sorridere. Quindi ogni tanto tento di scrivere a grandi linee e in modo schematico cosa fa o a cosa gioca:
    • I giocattoli preferiti in quel periodo.
    • Le canzoni che non smette di cantare.
    • Come si addormenta (magari con la tetta e tirando i cappelli)
    • Cosa vi fa disperare di lui/lei in modo buffo, non negativo.
    • Cosa non sopporta mangiare e cosa ama.

Evito sempre qualsiasi cosa negativa che riguardi parenti, amici, momenti di rabbia, discussioni ecc. Lascio solo quello che ci riempirà di gioia in un futuro. Tutto il resto non importa.

diario-ricordi-figli

Fotoalbum

 

Questi li ho sempre fatti. Al meno quelli sulle vacanze.

Amo scattare delle foto, amo fare i fotoalbum e amo guardarli e riguardarli all’infinito! Direi che mi piace proprio vivere ragazze xD me la godo con gran felicità questa vita!

E comunque sia da quando ho lei non voglio perdere un solo momento, quindi mi sto impegnando per organizzarmi in modo da fare tutti i fotoalbum sia delle vacanze che della vita di tutti i giorni.

Se ogni 2 mesi fate pulizie delle foto e aggiungete qualche pagina al fotoalbum, il gioco è fatto. Io uso un software spagnolo (Fotoprix) perché è realmente economico stampare lì, però ne potete trovare tanti anche in Italia.

Qualche vantaggio dovevo avere dopo aver lasciato indietro tutta la mia vita a Barcellona! 😛

 

Album piccolo. Arriva il fratellino

Se non avete voglia di fare dei fotoalbum giganti potete sempre tentare di farne uno ogni tanto. Magari dopo una gita, una giornata di tempera sul corpo o una vacanza.

Questo che vi faccio vedere è un piccolo libretto che abbiamo fatto per spiegarle il fatto che ero di nuovo incinta. Ovviamente rimane un ricordo bellissimo di quel momento.

Stavolta lo abbiamo fatto con Rikorda.

 

Mano di creta

 

Foto e scritti sono bellissimi, ma anche avere la sagoma della mano della mia bambina so che mi piacerà tanto! Quelle piccole manine! Qualcuno mi dica quando sono diventate così grandi! Ci sono dei giorni che farei 1000 figli! xD

Comunque la sua mano di creta è dentro alla scatola dei ricordi.

 

Tempera mano – piede

 

In alternativa alla creta potete sempre pitturare la mano di vostro figlio e usarla da come timbro! I bambini si divertono tantissimo! Vi dico già che con i bebé è molto difficile, visto che mantenergli la mano aperta è un Odisea! Potete tentare in quel caso con i piedini.

 

Quadro con le mani di tutti

 

Noi abbiamo fatto questo “quadro” per prima volta per decorare i regali di Natale ^^ Poi l’ho trovato così bello che ho pensato di farne un quadretto da tenere a casa. Mi sembra un’idea bellissima!!!

 

Carta 18 anni

 

Quando mia figlia ha fatto 1 anno ho chiesto hai parenti più stretti di scriverle una carta che aprirà nel suo diciottesimo compleanno. Io ho tentato di fargliela, però ho tanto da dire e tanta emozione che faccio fatica a fare una carta e basta.

Quindi penso che mi uscirà un mini libricciattolo…

Quando sento che ho qualcosa da dirle, che le rimanga per il futuro mi metto a scrivere sul PC e basta ^^ Non posso pensare di trasmetterle tutto in due fogli, non riesco a sintetizzare e ho tanto da dire.

scatola-ricordi-bebe

Ora che ho scritto il post sono diventata consapevole di quante cose sto facendo per mantenere vivi i ricordi! Non so se sono pazza o semplicemente amo la mia vita. Ma a me va bene così.

 

Se vi è piaciuto questo articolo potete leggere:

Disciplina positiva. Cos’è e come funziona?

Mamma verde e Montessori

MONTESSORI A CASA

Se vuoi crescere BAMBINI LIBERI e autonomi, iscriviti alla Newsletter di Una Mamma Montessori!

MINI-EBOOK “VIRUS E BATTERI” con l’iscrizione alla Newsletter!

Subscribe

* indicates required
attivita-virus-batteri
Tags:
No Comments

Post A Comment