Quanto fa male il parto naturale? Ti sembra di morire? - Una Mamma Montessori
17391
post-template-default,single,single-post,postid-17391,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
quanto-fa-male-il-parto-naturale

Quanto fa male il parto naturale? Ti sembra di morire?

È sopportabile il dolore del parto? O ti sembra di morire? Cioè… quanto fa male il parto naturale? Nessuno riusciva a darmi una risposta soddisfacente. Oggi, dopo un parto senza epidurale (molto “wild”) spero di darvela io.

 

Partorire è come rompersi 20 ossa? Vero o falso?

 

Sinceramente, dopo aver letto che partorire è come se ti spezzassero 20 ossa… oppure che in quel momento senti fino a 57 unità di dolore… pensavo che sarei morta del dolore di parto, che mi sarebbe venuto un infarto xD eh già… un po’ esagerata? Ma con tutto quello che leggevo… Avrebbe retto il mio corpo?

Eppure… ora potrei dire che quel dolore non è stato NEANCHE LA METÀ DI QUELLO CHE MI ASPETTAVO!

Quindi… o rompersi 20 ossa non è così doloroso (e ho i miei dubbi), oppure fanno un po’ di terrorismo psicologico.

Attenzione però, non vi sto dicendo che partorire sia indolore… anzi… fa un male cane si. Ma da un male cane a tutto il resto… boh… magari sono io che mi aspettavo di crepare e appena ho iniziato le spinte ricordo di aver detto tra me e me “a cavoli, pensavo che la fase della dilatazione finale (fino a 10 centimetri) sarebbe stata molto ma molto peggio”.

Quindi non so se è vera o falsa quell’affermazione perché non mi sono mai rotta nemmeno un osso. Posso dirvi che fa molto male ma che non si muore, anzi, appena partorito ho pensato “ma si dai, potrei farcela di nuovo”

 

Quanto male fa la dilatazione?

 

La temibile fase di dilatazione… terrificante dopo tutto quello che si sente! Donne che urlano, che pensano di non farcela… bla bla bla…

Come avrete letto in giro il dolore della dilatazione è molto curioso perché per un tot di secondi senti un dolore che cresce in modo graduale per poi decrescere. Alla fine della contrazione sparisce tutto e ti senti normalissimamente bene. Come se fossi sul divano  a guardare la tv (queste sono le famose pause tra una contrazione e l’altra. Stranissimo ma verissimo.

Quelle pause aiutano tanto a riprendersi. Ve lo dico perché nel primo parto avevo pause cortissime, stavolta mi sono venute le contrazioni ogni 8 minuti quasi fino alla fine ed è stato un lusso!

Vi dico che io ho sentito le prime contrazioni come fastidio mestruale, poi dolore mestruale, più avanti iniziavano a fare malino, e dopo qualche ora… male da dovermi fermare al pico del dolore. Quindi si, le contrazioni quando sei quasi dilatata di 10 centimetri sono molto più dolorose di quelle di 3 centimetri. Ogni volta il dolore aumenta. In più ricordo, che quando ero di 8cm, non trovavo più una posizione che mi aiutasse. Faceva un male cane.

È stato in quel momento che ho iniziato a chiedere l’epidurale pensando che mi mancavano ancora ore e ore di contrazioni. Se avesse saputo che dopo 15 minuti avrei iniziato a spingere l’avrei presa con più calma.

Penso che il “problema” principale durante il parto e che NON SAI QUANTO TI MANCA FINO ALLA FINE. Se ci fosse qualcuno che ti dicesse “1 ora e hai finito” reggeresti tutto benissimamente. Ma ovviamente nessuno lo sa, e penso sia questo il fattore psicologico che ci manda in palla, più che il dolore fisico di per sé. Che, anche se c’è, si può reggere.

Senno pensate alla mamma di mia suocera che ha partorito 12 volte xD

 

È peggio la dilatazione o la fase di espulsione?

 

Dopo aver superato la mia prima ansia (che mi negassero l’epidurale) ero pronta per la seconda. Nel caso di parto naturale mi terrorizzava la fase espulsiva. “Chissà che male deve fare che esca una roba del genere da lì!”

Eppure… PRATICAMENTE INDOLORE!!!!

Ecco com’è andata…

Ad un certo punto sono finite le maledette contrazioni di dilatazione. Così dal nulla. E ho iniziato a sentire le contrazioni della fase espulsiva.

Cosa si sente? Difficile da dire. Non sentivo dolore ma una sensazione crescente, strana che finiva con un inevitabile  e selvaggio bisogno di spingere.

Incredibile.

Ora capisco quando dicono che non puoi trattenerti. Se non assecondavo la spinta mi mancava il fiato! Di fatti qualcosa dentro mi faceva prendere aria, non potevo evitare prendere quella boccata d’ossigeno e iniziare a spingere. Ogni contrazione mi faceva spingere tre volte. La prima, era inevitabile, il corpo mi obbligava praticamente. Le altre due erano sensazioni più deboli, che ovviamente assecondavo perché volevo finirla XD

 

E quando esce la testa fa male?

 

Vi dirò che io avevo una grande paura di lacerarmi e di morire dal dolore, e invece mi sono lacerata un po’ ma non ho sentito niente. Ne  “l’anello di fuoco” ne dolore. Solo una gran pressione lì sotto.

Forse quella zona si allarga così tanto che nemmeno i nervi del dolore funzionano. Mah… comunque, dopo aver dilatato 10 centimetri, il resto gestibilissimo.

Ovviamente ho sudato tantissimo ed ero sfinita dopo quasi 2 notti senza dormire. Ma oltre la stanchezza niente di che.

E la cosa più bella del parto (per me) è quando senti scivolare fuori tuo figlio. Non ho ancora dimenticato quella sensazione con Mia e non lo farò neanche con lui. È bellissimo!!!!

 

Spero di avervi dato un po’ di conforto. Purtroppo certe cose finché non si vivono non possono essere capite. Vi posso solo consigliare di ripetervi mentalmente “In tante fanno il bis. Per cui tanto tanto tanto male come per morire non fa”.

Ovvio, è doloroso e nessuno ha voglia di sentire male, però è gestibile e il gioco vale proprio la candela ^^

 

Se vi è piaciuto questo post vi invito a leggere altri articoli:

 

Posizione del feto con il Belly Mapping!

Agitazione da allattamento. Come l’ho vissuta.

Giochi da viaggio salvaspazio 2-3 anni

 

Se vuoi crescere BAMBINI LIBERI e autonomi, iscriviti alla Newsletter di Una Mamma Montessori!

MINI-EBOOK “VIRUS E BATTERI” con l’iscrizione alla Newsletter!

Subscribe

* indicates required
attivita-virus-batteri