Continui risvegli notturni dal nulla? Ecco perché... - Una Mamma Montessori
17916
post-template-default,single,single-post,postid-17916,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
continui-risvegli-notturni

Continui risvegli notturni dal nulla? Ecco perché…

Hai un neonato che soffre di continui risvegli notturni quando prima dormiva beatamente? Ecco che ora facciamo parte dello stesso club! E ti capisco!

Per fortuna dopo l’esperienza con la prima figlia ho imparato tanto e ora che mi ritrovo nella stessa situazione con il secondo, la prendo con filosofia e soprattutto HO ALCUNE SOLUZIONI che a volte funzionano ^^

Dunque…

 

PERCHÉ tutti questi continui risvegli notturni dal nulla?

 

Davanti ad un bambino che non dorme pensiamo spesso: che stia covando qualcosa, che abbia male (le staranno uscendo i denti?, magari semplicemente ha avuto una giornata stressante (troppe persone che lo prendono in braccio fuori di mamma e papà)…

Ma quando scartiamo tutte queste cause spesso non sappiamo che pesci pigliare. Invece un motivo valido ce l’hanno questi bambini.

STANNO CRESCENDO!

Eh già!

Da 0 a 12 mesi crescono così in fretta che passiamo da avere tra le braccia un neonato che non riesce nemmeno a tenere su la testa ad un bambino che cammina, parla, salta…

Quindi  i continui risvegli notturni possono essere dovuti semplicemente alla crescita. Di fatti nei primi mesi i bambini cambiano molto spesso il modo di dormire e acquisiscono nuove abilità. Pian piano le prime volte si dilatano de più nel tempo.

Questo non avviene per magia. E anche se le giornate curando un bambino di quest’età possono sembrare eterne, quando compie 3 anni guardiamo indietro e non possiamo evitare di pensare “Ma quanto è cresciuto in fretta? Ma se due anni fa era uno scricciolo che non camminava neanche”

Andiamo al sodo.

Le altre cause dei continui risvegli notturni possono essere:

 

Crescita neuronale. Le Wonder Weeks

 

Conoscete le Wonder Weeks?

Anni fa ho scoperto il libro The Wonder Weeks (purtroppo c’è soltanto in inglese e in spagnolo “Las semanas mágicas“).

Gli autori ci rivelano gli 8 salti dello sviluppo che fanno i neonati i primi 14 mesi di vita. Quali abilità acquisiscono e la cosa più importante PERCHÉ I BAMBINI PIANGONO DI CONTINUO o sono più irritati durante un certo periodo. Fatto che include i continui risvegli notturni!

Al suo interno troverete anche un calendario con i giorni di tempesta (in cui vostro figlio sarà irritabilissimo!), le settimane un po’ più movimentata perché stanno avvenendo dei cambiamenti e quelle più calme. Tiene in conto anche dei bambini prematuri nel conteggio delle settimane.

Nel mio caso vi posso assicurare che i salti azzeccano veramente i periodi NO di tutti due figli. Di fatti, è stato per me curiosissimo il primo salto di sviluppo, che dura 2 giorni, ma in tutti e due figli è stato mega evidente!

Il libro non è pesantissimo ma nemmeno leggerissimo. Per chi non ha voglia o tempo da dedicare a questa lettura può pagare 2.99€ dell’App per il cellulare dove troverete tante spiegazioni, video e un calendario che vi permetterà di capire quando vostro figli si avvicina ad una fase turbolenta dello sviluppo.

L’App si chiama “Ehi, sto crescendo!”.

 

Cambio di fase nello Sviluppo del sonno

 

continui risvegli notturni potrebbero essere dovuti anche al fatto che i neonati acquisiscono nuovi fasi del sonno man mano che crescono.

Un neonato arriva al mondo con due fase ben chiare. Passa dal sonno profondo alla veglia. E non ci sono ancora tutte le fasi intermedie che abbiamo gli adulti. Man mano che cresce arriva anche la fase di sonno leggero e altre.

Quando acquisisce una nuova fase è normale che ci siano più risvegli notturni finché non si abitua.

Con Mia questa fase l’abbiamo sofferta parecchio perché ha iniziato a fare veramente fatica a riaddormentarsi! Non c’era verso… non si lasciava andare. Ricordo che stava per crollare, se n’accorgeva e iniziava di nuovo a piangere.

Mi viene in mente anche un periodo in cui odiava dormire al buio, un altro in cui non riusciva a dormire con la luce del sole. Altro che tutte quelle frasi “deve abituarsi a dormire con luce e rumore” xD

Ci sono vari libri sul sonno infantile che vi possono aiutare a capire i continui risvegli notturni del vostro bambino. Per esempio:

 

 

Altrimenti potete tentare con delle consulenti del sonno infantile. In America vanno molto di moda. Qua non tanto ma ne conosco una made in Spagna come me che lavora in zona Monza Brianza. Potete contattarla. Il suo sito è Piccoli sogni.

 

Le interferenze dello sviluppo fisico

 

Cosa c’entra questo com sonno? Beh molto.

Magari il vostro bambino ha imparato a girarsi pancia in giù, oppure a gattonare. E questo inizia a farlo anche mentre dorme. Il sonnambulismo infantile è normale, però può provocare dei risvegli notturni continui. Come per Alex, che si gira da solo pancia in giù ma non riesce più a ritornare nella posizione di partenza e inizia a piangere. Questo lo fa anche di notte.

Oppure semplicemente sono più nervosi a causa di tutte le novità delle loro scoperte. Gattonando riescono a percepire molti più elementi dell’ambiente che li circonda, per esempio.

Ma alla fine qualsiasi sia la “causa” il problema e la soluzione rimarranno sempre gli stessi. Un bambino che non dorme e tanta tanta pazienza. Sapere tutto questo ci può aiutare soltanto a viverla più serenamente.

Tuttavia, io ho trovato qualche soluzione per tamponare questi risvegli. Le condivido con voi di seguito.

 

RISOLVERE i continui risvegli notturni del neonato

 

Vi elenco le possibili soluzioni a cui sono arrivata dopo 2 bambini:

 

  • Appena lo porto a letto la sera lo faccio addormentare in braccio. Quando lo metto giù lo lascio appiccicato alla mia gamba perché senta che mi sta toccando. Non mi alzo finché non è profondo.
  • La notte non lo addormento in braccio. Semplicemente allatto da sdraiata al suo fianco in modo che quando sia KO non dovrò spostarlo. Lui stesso lasciare andare il seno e rimarrà dov’è.
  • Mi alzo solo 1 volta a cambiargli il pannolino. Prima lo cambiavo ad ogni suo risveglio. Ora tento di spostarlo il meno possibile. A meno che faccia la cacca ovviamente. Perché tenga bene la pipì gli metto un pannolino una taglia più grande. Con Mia la cambiavo direttamente a letto. Con lui non posso farlo, perché altrimenti sveglia lei.
  • La sera, che voglio uscire e andare sul divano, tento di lasciarlo appiccicato al cuscino di allattamento in modo che senta che qualcosa gli tocca. Questo aiuta tanto, anche perché lui ha ancora il riflesso del moro che lo risveglia se non c’è qualcosa che lo avvolge. Infatti di giorno dorme beato perché dorme in fascia.
  • Prima di andare a letto tento che sia il più rilassato possibile, per quanto difficile possa essere essendo il secondo figlio XD Spesso facciamo il bagnetto io, lui e la sorella. Tutti e tre in vasca insieme appassionatamente!

 

Spero che questi spunta vi siano di utilità. Comunque sia miracoli non esistono, altrimenti li venderebbero a prezzo d’oro. Quindi tanta pazienza e tantissime coccole ragazze. Godetevi tanto questo cucciolino, tenetevelo stretto perché veramente quel odorino di neonato non dura più di un anno… e non vi dico quando ne compiono 3!

So che a volte è dura ma relativizzate e godetevelo tantooooo

Io a volte mi incavolo se non dorme e si dimena. Così decido di rimanere sveglia anziché tentare di dormire. Me lo tengo sul petto, si rilassa, si addormenta e lo lascio li anche più di mezz’ora mentre mi leggo un bel Ebook alle 4 di mattina XD Ma così sono più serena, me lo bacio e coccolo mentre lui dorme rilassato.

Coraggio mammine!

 

Se ti è piaciuto il post potrebbe interessarti:

Essere mamma non è quello che ti aspettavi?

Agitazione da allattamento. Come l’ho vissuta.

Giochi da viaggio salvaspazio 2-3 anni

Se vuoi crescere BAMBINI LIBERI e autonomi, iscriviti alla Newsletter di Una Mamma Montessori!

MINI-EBOOK “VIRUS E BATTERI” con l’iscrizione alla Newsletter!

Subscribe

* indicates required
attivita-virus-batteri