L'arrivo del secondo figlio e la routine - Una Mamma Montessori
17385
post-template-default,single,single-post,postid-17385,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
arrivo-del-secondo-figlio (1)

L’arrivo del secondo figlio e la routine

Su Secondo figlio. Come si fa a sopravvivere? vi raccontavo alcuni trucchi per gestire l’arrivo del secondo figlio dalla nostra propria esperienza 🙂

Uno di loro è stato quello di seguire gli orari che avevamo già con Mia (di 3 anni). Molti dicono che è impossibile stabilire una routine con un neonato. Invece per me è stato molto più semplice di quello che pensavo. Anzi. Non abbiamo dato una routine al piccolo, semplicemente lo abbiamo inserito in quella che già avevamo tentando di rispettare al massimo le nostre abitudini.

Ovviamente non l’ho mai fatto piangere, ne svegliato, è un bambino allattato a richiesta e se non si può non si può. Seguo il bambino, come diceva la Montessori. Però se è sereno allora è lui che segue noi. E questo ha dato molta più calma a tutta la famiglia.

L’arrivo di un secondo figlio può essere caotico. Secondo me dipende tanto dal suo carattere. Per fortuna Alex è un bebè molto facile.

Detto ciò…

 

 

La nostra routine dal arrivo del secondo figlio

 

Vi racconto un po’ com’è la nostra vita. Molto simile a un mese fa, però ci abbiamo aggiunto la scuola e qualche piccolo cambiamento =P

 

Mattinata da neo-mamma

 

7.30  Sveglia per TUTTI!

 

7.45  Ci si alza e tutti e 4 in bagno. Papà fa la doccia, io vesto me, Mia e se Alex è sveglio mi occupo anche di lui (pannolino, teta…)

 

8.10  Si fa colazione. Sí, siamo lenti in bagno… Al meno per ora che Alex ha 1 mese (sulla foto ne ha 4). Se posso faccio anch’io colazione, altrimenti papi si occupa di Mia e io del piccolo.

arrivo-del-secondo

8.30  Lavaggio dei denti e A SCUOLA CON PAPÀ! Io passo la mattina a gestire lui e a sistemare la casa. Se mi avanza del tempo penso a qualche attività per i piccoli oppure mi porto avanti qualche corso da scrivere.

11.00  Vado a prendere Mia a scuola (per ora esce alle 11.30, siamo in inserimento). Per gestire l’andata e ritorno metto Alex in fascia, così se vuole può poppare o dormire. Il cambio pannolino sta diventando un problema ora che inizia il freddo (è ottobre) e inoltre siamo in pandemia, per cui non mi permettono di entrare a scuola a cambiargli il patello.

 

Pomeriggio di mamma bis

 

 

12.00  Gioco con Mia e cucino il pranzo.

 

13.00  Si mangia. Papi si occupa della cucina e la lettiera dei gatti. Dopo il pranzo… pipì e denti. Poi si gioca un po’ fino all’ora del “relax”

 

14.00  Si può guardare un po’ di TV. Alla fine abbiamo dovuto stabilire un orario perché Mia mangiava pochissimo per poter andare a vedere i cartoni, che poteva sempre guardare dopo pranzo. Ora deve aspettare che l’orologio indichi quando può. A volte è così distratta che non la chiede fino le 15.00 o dopo.

 

15.00  Ancora giochi, preparo i vestiti per il giorno dopo e ci prepariamo per uscire (se abbiamo qualcosa in programma).

arrivo-del-secondo

16.00  Si fa merenda e poi usciamo. Se non abbiamo piani fuori sicuramente ho in testa qualche attività da fare a casa perché Mia me ne chiede sempre. Quindi gioco libero e qualche proposta educativa sotto richiesta xD

 

La serata in famiglia!

 

18.30  In 3 “ci docciamo” come dice Mia xD Me ne vado in bagno con il piccolo e la grande e diamo inizio alle ore di fuoco (dalle 18.30 alle 21.30). Se Alex ha una certa autonomia faccio la doccia io per prima. Se ne ha poca tento di farla a Mia in modo da poter allattare lui intanto. Ultimamente lei si oppone un po’, per cui tra poppatte e convencimenti vari verso la grande ci metto un po’ a uscire dal bagno. Papi per ora si occupa di preparare la cena.

 

19.30  Si mette a posto la cameretta e si mangia. O al meno loro 3. Io spesso devo gestire le coliche di Alex o mangiare in piedi mentre cammino con lui in fascia perché stia tranquillo o dorma. Non ho capito ancora perché di giorno è un angelo e la notte rogna ognivolta che mi siedo XD però vabeh… al meno lo fa solo 1 ora al giorno.

 

20.00  Mia può giocare fino le 20.30. Io gestisco spesso Mia e Alex mentre papi mette a posto la cucina. Se lui è troppo disperato allora tocca a papà stare con Mia e la cucina rimane per più tardi.

 

20.30  Denti e pipì tutti e 4 (vabeh xD tutti e 3). Io vado a vengo a seconda l’umore di Alex, ma spesso riesco a seguire la nostra rutina. Poi si scelgono i libri e si va a letto a leggere. Anche qua, tento di esserci o delegare Alex a papà per dare attenzione a Mia, purtroppo con un neonato in casa non sempre è possibile.

 

leggere-con-bambini

 

E ovviamente le nottate io e lui 😉

 

21.00  Finita la lettura sul lettone ognuno se ne va al proprio letto. Mia decide ogni sera con chi vuole fare la nanna, mamma o papà. Prima del parto chiedeva spesso il papi, ora vuole spesso me, ma anche qua, dipendiamo da Alex. Per fortuna la maggior parte delle notti già dorme in quel orario.

Mia si addormenta abbastanza in fretta. Credo che da quando va a scuola ci mette meno di 3 minuti. Il fatto è che per le 21.30 siamo liberi. Io crollo spesso insieme a lei e mi risveglio con lui che piange alle 0.00. Lo cambio e vado nel mio letto per poi risvegliarmi di nuovo ogni 2 ore per cambiare e allattare Alex.

Se sono fortunata e ho un minimo di energia dalle 21.30 alle 22.00 (se reggo) guardo un po’ il cellulare e rispondo qualche messaggio. Ma non è detto XD

co-sleeping

Dunque, come vedete si tenta di seguire la routin. Che, siamo sinceri, piace a tutti! Grandi e piccoli, ci da sicurezza e un senso di organizzazione che ringraziamo tanto.

Ovviamente si fa come si può e si riesce in ogni momento. I neonati non hanno un timer nel corpo e ogni giorno può essere diverso dall’altro. Però devo dire che Alex è un bebè abbastanza facile, e il fatto che stia in fascia volentieri aiuta veramente tanto. Mia ha sempre snobbato passeggini, fasce e qualsiasi mezzo di trasporto fino ai 2 anni e mezzo. Reggeva (un po’) il marsupio… però questa è una altra storia.

 

E voi ? Come pensate di gestire l’arrivo del secondo figlio? Vi aspetto nei commenti e vi invito a leggere:

 

Disciplina positiva. Cos’è e come funziona?

Sintomi gravidanza primi giorni

Educare alla parità dei sessi dalla culla!

Se vuoi crescere BAMBINI LIBERI e autonomi, iscriviti alla Newsletter di Una Mamma Montessori!

MINI-EBOOK “VIRUS E BATTERI” con l’iscrizione alla Newsletter!

Subscribe

* indicates required
attivita-virus-batteri